Founder - VTA Ving Tsun Academy Int'l

VING TSUN ACADEMY INT'L
Vai ai contenuti

Founder

Seeing form without being contaminated by form, or hearing sound without being contaminated by sound, is liberation. The eyes that are not attached to the shape are the Tao door.
Nato in un piccolo e sconosciuto paese della seconda metà del 20° secolo, dalla giovane età si distingue per il carattere estroverso, la vivacità, la curiosità e la spiccata decisionalità, queste peculiarità lo portarono ad appassionarsi alla ricerca e scoperta di quel mondo sconosciuto e celato che rappresentavano e rappresentano tutt'oggi per inconsueti argomenti le arti marziali. Le prime scelte marziali furono condizionate più dalla moda del periodo che da una scelta consapevole, considerando la giovane età pre-adolescenziale. All'età di 6 anni, periodo della fanciullezza affascinato dal particolare abbigliamento e dalle gestualità sicure e prepotenti, iniziò con la pratica del karate. Qualche tempo dopo perdendo interesse per tale attività provò la pratica dello judo, questa scelta fu influenzata da un coetaneo, praticante dello judo. In seguito, sempre all'interno della fascia d'età della fanciullezza, volse il proprio interesse alla boxe, sport di contatto e con finalità competitive, aspetti ricercati in questa fase di crescita. Il periodo della fanciullezza si concluse con queste esperienze sportive, le discipline praticate anche se differenti per principi e caratteristiche tecniche, ricevettero da quel giovane entusiasmo ed una grande passione. Tutto ciò appariva agli occhi dei coetanei e non, solo una grande febbre del momento, una passione ardente come un bimbo davanti ad un nuovo gioco ma destinata a spegnersi come solitamente accade. Tutto ciò non accade e quel ragazzo così vivace si intestardì sempre più al mondo delle arti marziali, rimase affascinato anche lui come molti altri dal mito di Bruce Lee, cercando con tutti i mezzi di studiare il Kung Fu, iniziò la pratica di alcuni tra i vari stili che appartengono tuttora alla Grande Famiglia del Kung Fu. Questo periodo adolescenziale ricopre un'importante cambiamento, nello specifico la sua via (Tao), inizia incontrando un praticante di arti marziali nel mentre di gestualità fino a quel momento a lui estranee, incuriosito dalla particolarità di tali movenze gli si avvicinò e chiese cosa fosse quella strana pratica, il coetaneo con una certa difficoltà e diffidenza in quanto cinese, con poche parole gli disse: “Vìen..Tcùn”. Quando non era fuori casa per studio, lo si poteva incontrare nella sua stanza, che seppur piccola era stata allestita nei minimi dettagli con le attrezzature necessarie per continuare e progredire i propri allenamenti. Durante momenti di lettura di libri inerenti le arti marziali e la visione di film e documentari, scoprì, che la prima Arte Marziale studiata dal mitico Bruce Lee e praticata per molti anni, era stata proprio il Ving Tsun Kung Fu, da questa pratica ne derivavano la velocità, il tempismo e la tremenda potenza. Bruce lee ebbe un intuizione tipica americana e creo il jkd, facile attività sportiva meramente commerciale, trascurando però l'anima del Ving Tsun Kung Fu.
La linfa che tiene vivo un albero è paragonabile a questa anima, in assenza di essa inevitabilmente l'albero si seccherà.

In seguito conobbe un cinese, trasferitosi per motivi lavorativi nella stessa città del giovane praticante, il quale scoprì in lui una iniziale fonte di studio del Ving Tsun, avendo praticato tale stile nel suo paese d´origine Yangzhou, città non lontana dal Tempio di Shaolin, così ebbe inizio la pratica questo complesso stile. Dopo un periodo di allenamento, venne consigliato al giovane data la sua attitudine allo stile, di approfondire lo studio recandosi da una persona di riferimento e raccomandato per l'esperienza nelle arti marziali in particolare negli stili del sud della Cina, culla del Ving Tsun, per poi apprendere che si trattava di un monaco laico del tempio di Shaolin. Tale consiglio fu messo in pratica e da quel momento ebbe inizio un percorso nei vari territori della Cina, apprendendo e sperimentando oltre all'aspetto tecnico pratico, le tradizioni, le ritualità, le filosofie e le leggende che permeano gli stili del kung fu ed in special modo uno stile dall'apparenza semplice come il Ving Tsun.
VTA Ving Tsun Academy International || Copyrights
Torna ai contenuti